Ayurveda, tecniche di rilassamento in funzione della propria costituzione (nervosa, emotiva, flemmatica)

Dal punto di vista medico lo stress è definito come reazione psicofisica a situazioni di natura deleteria che tendono a disturbare il normale equilibrio mente-corpo. Lo stress può essere classificato in tre tipi:

·       Stress fisiologico indotto da sovraffaticamento come nell'esercizio fisico o da eccesso di lavoro.

·       Stress mentale causato da  eccesso di fatica cerebrale, analisi, elaborazione di dati e input sensioriali.

·       Stress indotto emotivamente a causa di eventi dolorosi come la perdita di una persona cara, il fallimento sul lavoro, la separazione coniugale o emozioni negative come rabbia, insicurezza, gelosia....

Lo stress può avere un impatto deleterio sulla salute perché provoca errori comportamentali dello stile di vita che possono indurre a meccanismi di compensazione malsani: fumo, abuso di alcol, comportamenti alimentar scorretti. Lo stress viene spesso imputato come fattore scatenante in casi di depressione, ipertensione, ulcera peptica, diabete, obesità e disturbi dell’ ansia.

Secondo l’Ayurveda ogni persona reagisce in modo diverso allo stress.
Ogni singolo dosha, o bio-tipo energetico (vata, pitta e kapha), sperimenta reazioni distinte allo stress, con conseguenti diversi problemi di salute. In senso generale, lo stress crea squilibri diversi nei dosha:  

Le persone di tipo Vata (costituzione nervosa), quando sono stressate, hanno una maggiore tendenza ad essere nervose, irritabili, ansiose. Hanno poco o nessun appetito e hanno difficoltà a dormire. Inoltre, possono soffrire di facile affaticamento, perdita di memoria, pressione alta e malattie articolari.  

 Gli individui Pitta (costituzione emotiva) possono soffrire maggiormente di problemi gastrointestinali come bruciore di stomaco, acidità di stomaco, ulcere, reflusso, sindrome dell'intestino irritabile o anche problemi di occhi e di pelle.

 Le tipologie Kapha (costituzione flemmatica) hanno maggiori probabilità di soffrire di indigestione, sovrappeso e obesità, diabete, colesterolo alto, restringimento delle arterie e problemi cardio-circolatori.

La medicina ayurvedica sostiene che gli squilibri dei 3 dosha possano portare a sintomi di disturbo nelle sfere mentali, fisiche e relazionali. Per evitare di cronicizzare i sintomi l’Ayurveda consiglia di prevenire o correggere gli squilibri con tecniche ,,ad hoc,,  che risultano efficaci perché tengono conto delle diverse costituzioni psico-fisiche.

Corso a LAMONE sabato 24 novembre h 9 – 11,50 
Il corso presenta diverse tecniche di rilassamento, in funzione delle specifiche tipologie
per sciogliere le tensioni muscolari (Vata) 
evacuare le emozioni disturbanti (Pitta) 
creare armonia interiore (Kapha) 
Sono esercizi di respirazione consapevole, uso delle immagini mentali (visualizzazioni), recitazione di ,,mantra,, (vibrazioni sonore), brevi meditazioni....

Le persone potranno così scegliere le pratiche che meglio si adattano alla propria individualità per prevenire e gestire in pochi minuti situazioni di stress e stati  di ansia.

Per info gaecamagni@gmail.com