Aromaterapia ayurvedica

L'aromaterapia è una delle scienze più antiche del mondo e studia l'utilizzo degli oli essenziali per curare il corpo attraverso il massaggio, i bagni, i pediluvi e le frizioni. Gli oli essenziali agiscono in modo dolce ma efficace, portando sollievo, alleviando lo stress e l’ansia e allentando eventuali tensioni muscolari. In India l’aromaterapia viene utilizzata da oltre 5000 anni e si basa sul principio che il benessere sia mantenuto grazie all'equilibrio dei Dosha. Quando si usano gli oli essenziali per l’equilibrio dei Dosha, si deve prima individuare il tipo di squilibrio o il Dosha predominante e riportarlo al suo naturale equilibrio. 
Caratteristiche di alcuni oli essenziali :

Basilico sacro (Ocinum Sanctum)

Proprietà: antispasmodico, antibatterico, antinfiammatorio, antisettico, antifungino, antivirale, tonico. Energia (Virya): riscaldante, neutro. Il Basilico sacro, detto anche Tulsi, è considerato nella cultura indiana una delle piante “sacre” e nella tradizione antica era considerato l’incarnazione di una divinità. Si credeva che venerare il Tulsi risvegliasse la devozione e l’amore e apportasse pace e buon umore nelle proprie relazioni. Il Tulsi riduce lo stress, aumenta l’apporto di ossigeno alle cellule, stimola il sistema immunitario, rallenta il processo di invecchiamento ed è un antiossidante. Possiede una notevole proprietà antinfiammatoria che si rivela utile nell’infiammazioni venose e nelle artriti reumatoidi, per le quali sono indicati massaggi e leggere frizioni di olio essenziale, miscelato con olio vettore, sia direttamente sulle parti interessate sia sulle zone riflesse del piede. È un tonico del sistema nervoso, rimuove la stanchezza e ricarica di energia. Molto utile per prevenire e curare i raffreddori, la febbre e l’influenza. Ottimo anche in caso di punture di insetti. Si miscela bene con: Canfora, Rosmarino, Ginepro, Limone, Lavanda, Bergamotto. Indicazioni ayurvediche: V K - , P +. 

Calamo (Acorus Calamus)

Proprietà: stimolante, decongestionante, nervino, antispasmodico. Energia (Virya): riscaldante, disidratante.Aumenta la resistenza ed il vigore. È di sostegno negli stati di debolezza e di tensione nervosa. Si consiglia di miscelarlo ad oli dall’odore più gradevole, come la lavanda, per attenuarne l’odore molto forte. Si miscela bene con: Lavanda e Zenzero, Limone e Arancio, Cannella, Ginepro, Incenso, Patchouli.Indicazioni ayurvediche: V K - , P +. 

Camomilla (Matricaria Chamomilla)

Proprietà: antinfiammatorio, analgesico, antispasmodico, sedativo, antinevralgico, antibatterica, carminativo.Energia (Virya): rinfrescante, disidratante. L'olio essenziale di camomilla mescolato a un olio vettore da massaggio scioglie i muscoli contratti dopo l’attività fisica e allevia i dolori reumatici. Per il suo potere di arrestare la proliferazione dei batteri, unita a un’attività antinfiammatoria e antidolorifica, offre un’efficace azione contro le infezioni cutanee. È ottimo contro il dolore nevralgico e attenua gli spasmi. Mescolato a un olio vettore o a una pomata specifica è un utile trattamento per eczema e dermatiti. È un calmante naturale per eccellenza. Si può mescolare con l’essenza di lavanda, per ottenere una meravigliosa miscela rilassante e distensiva.Si miscela bene con: Lavanda, Cajeput, Tea Tree, Calamo, Bergamotto, Cardamomo, Sandalo. Indicazioni ayurvediche: P V - , K + 

Cajeput (Melaleuca Cajeputi)

Proprietà: antisettico, antispasmodico, analgesico, antinevralgico, carminativo, antidolorifico, rilassante dei muscoli, tonico del sistema respiratorio, fortificante. Energia (Virya):riscaldante, idratante. È un olio utile contro i dolori articolari e i reumatismi. È antimicotico, decongestionante, indicato per le infezioni urinarie, in caso di psoriasi, infiammazioni cutanee e di raffreddori. Avvertenze: non usare in gravidanza o durante l’allattamento. Si miscela bene con: Rosmarino, Canfora, Ginepro, Tea Tree, Cipresso. Indicazioni ayurvediche: K V -, P +. 

Canfora ( Canphora Cinnamomum)

Proprietà: stimolante, analgesico, espettorante, decongestionante, antisettico. Energia (Virya): riscaldante, idratante. Aumenta il “Prana”, porta chiarezza alla mente, ravviva la percezione, è tonificante in caso di nervosismo e tensioni. In eccesso può aggravare Pitta.Si miscela bene con: Rosmarino, Ginepro, Incenso.Indicazioni ayurvediche: K V - , P +. 

Cardamomo (Elettaria Cardamomum)

Proprietà: stimolante, carminativo, afrodisiaco, spasmolitico. Ha un’azione cicatrizzante e disinfettante. Energia (Virya): riscaldante, idratante.Il cardamono ha qualità calde e secche. È una delle migliori essenze carminative. È stimolante e contrasta gli stati di debolezza. La sua qualità "satvica" è particolarmente adatta a favorire il flusso del prana nel corpo.Si miscela bene con: Arancio, Bergamotto, Zenzero, Jatamansi, Incenso, Ylang Ylang, Neroli, Ginepro, Coriandolo. Indicazioni ayurvediche: V K - , P +

Cedro dell’Himalaya ( Cedrus deodara)

Proprietà: ringiovanente, antisettico, espettorante, diuretico.Energia (Virya): riscaldante, disidratante. È utile in caso di infezioni alle vie urinarie o ai reni. È efficace nei problemi di respirazione, è calmante e antidepressivo. Si miscela bene con: nardo indiano (jatamansi), sandalo, petit grain, legno di rosa, calamo, salvia sclarea, vetiver e ylang ylang. Indicazioni ayurvediche: VPK = 

Chiodi di garofano (Eugenia carophyllata)

Proprietà: afrodisiaco, stimolante, carminativo, espettorant. Energia (Virya): riscaldante. È utile in caso di raffreddore, tosse e asma, laringite, faringite, e per prevenire l'impotenza sessuale. Si miscela bene con: cardamomo, cannella, lavanda, zenzero, arancio, salvia sclarea. Indicazioni ayurvediche: KV - , P +. 

Cipresso (Cyprus Sempervirens)

Proprietà: espettorante, rinfrescante, vasocostrittore, astringente, purifica l’aria, stimola le funzioni epatiche e del pancreas, favorisce la concentrazione, rinforza il legame tra terra e cielo. Energia (Virya): riscaldante.Per la sua natura stabilizzante è uno degli oli migliori per Vata. Calma gli eccessi emotivi che offuscano la chiarezza mentale, la consapevolezza di sé e la memoria. Applicato con lievi massaggi tonifica e decongestiona i vasi sanguigni in presenza di varici e fragilità capillare. In caso di gengive sanguinanti si consiglia di fare dei gargarismi con olio essenziale di cipresso. È utile negli eccessi di sebo, contro l’acne e per regolarizzare la sudorazione. Nei trattamenti anticellulite la sua azione antinfiammatoria sui tessuto connettivi coadiuva l’azione drenante e diuretica di altri oli essenziali adatti allo scopo, quali ginepro e limone. Contiene estrogeni vegetali. Si miscela bene con: Limone, Ginepro, Bergamotto, Arancio, Pompelmo, Camomilla, Gelsomino. Indicazioni ayurvediche: V K P =. 

Cumino (Cuminum Cyminum)

Proprietà: tonico stimolante, carminativo, antispasmodico, galattoforo. Energia (Virya): rinfrescante, neutro. Può essere utile in caso di debolezza ed esaurimento, può stimolare il sistema immunitario. Si miscela bene, in piccole dosi, con: Limone, Pepe Nero, Lavanda, Rosmarino, Coriandolo, Rosmarino, Legno di Rosa. Indicazioni ayurvediche: K P - , V +. 

Curcuma (Curcuma Longa)

Proprietà: antibatterico, stimolante, carminativo, antimicrobico, antivirale, depurativo. Energia (Virya): riscaldante, idratante.Può avere un effetto energizzante sul sistema immunitario. Ha proprietà stabilizzanti, è ottima contro l' ansia. È utilizzato per i problemi gastrointestinali, la flatulenza, le malattie del fegato, la colite spastica, la psoriasi e gli eczemi della pelle. Si miscela bene con Zenzero. In eccesso può aggravare Pitta. Indicazioni ayurvediche: V K - , P +. 

Finocchio (Foeniculum Vulgare)

Proprietà: carminativo, tonico femminile, contrasta stress e tensioni. Rinfrescante, stimolante. Energia (Virya): rinfrescante (moderatamente), idratante. È utile per i disturbi allo stomaco, indigestione, gas, flatulenza, facilita la digestione. Previene le ulcere. Tonifica il corpo e rassoda il seno. Si miscela bene con: Lavanda, Camomilla, Cardamomo, Arancio, Zenzero. Indicazioni ayurvediche: V P K =. 

Gelsomino (Jasminium Grandiflorum)

Proprietà: spasmolitico, afrodisiaco, rilassante, antidepressivo, rigenerante della pelle. Energia (Virya): rinfrescante, idratante. Il gelsomino è un equilibrante del sistema ormonale, rilassa, facilita l’eliminazione della stanchezza, ha un effetto benefico sulle funzioni fisiologiche del sistema nervoso ed aiuta a neutralizzare lo stress. In Oriente, i fiori del gelsomino erano largamente usati nelle funzioni religiose, in India è il fiore sacro a Visnù. Indicazioni ayurvediche: PK -, V +. 

Incenso (Boswellia carterii)

Proprietà: analgesico, antinfiammatorio, ringiovanente, alterativo, balsamico, calmante. Energia (Virya): riscaldante, disidratante. Il profumo d’incenso ha un valore speciale che  non corrisponde a nessun' altra essenza: è un profumo d’elevazione, che trasporta oltre le ansie e le preoccupazioni, collega l’uomo ai piani più elevati dell’esistenza, dà chiarezza e stabilità mentale e rinforza il legame tra il corpo e lo spirito. È un olio usato da millenni per i riti religiosi, è utile per ungere i morenti e sostenerli nel momento del trapasso. In quanto rigenerante cellulare, ha effetti ringiovanenti sulle pelli mature e per la cura della pelle.Si miscela bene con: Mirra, Sandalo, Agrumi, Cannella, Neroli, Vetiver. Indicazioni ayurvediche: K V - , P +. 

Lavanda (Lavandula Officinalis)

Proprietà: spasmolitico, antisettico, antinfiammatorio, cicatrizzante, antalgico, sedativo, antimicotico, antitossico, deodorante, armonizzante, rilassante. Energia (Virya): leggermente rinfrescante, neutra. La lavanda è un olio adatto a tutti i tipi di squilibrio, è l'olio che tutti devono avere nelle proprie abitazioni o in viaggio per i suoi innumerevoli impieghi medicinali. Particolarmente benefico in casi di squilibri energetici quali nervosismo, stress e affaticamento. Tonificante e allo stesso tempo rilassante, dona equilibrio, calma e chiarezza. Abbassa la febbre. Per la sua azione leucocitogena favorisce la ricostruzione dei tessuti danneggiati e per la sua azione antitossica favorisce l’eliminazione dall’organismo delle tossine prodotte dai processi riparatori. Utile in caso di eritemi solari e allergici, dermatosi, eczemi. Stimola la circolazione,  equilibra il sebo, disintossica le cellule e rigenera i tessuti, restituisce tono e freschezza alla pelle, ravviva i colori dell’incarnato. Si miscela bene con tutti gli oli in particolare con quelli d’agrumi, così come con Rosmarino, Patchouli, Neroli. Indicazioni ayurvediche: P K - , V 0. 

Legno di Rosa (Aniba Roseodora)

Proprietà: tonico, antisettico, rilassante, euforizzante, alterativo. Energia (Virya): riscaldante, idratante. Dà stabilità, contrasta stanchezza e stress. Protegge dall'energia degli altri. È ottimo da aggiungere a creme e lozioni per la pelle e i capelli secchi. Consigliato per gli squilibri di Vata. Si miscela bene con: Gelsomino, Sandalo, Vetiver, Neroli. Indicazioni ayurvediche: V K - , P +. 

Legno di Sandalo (Santalum Album)

Proprietà: rinfrescante, antidepressivo, afrodisiaco, decongestionante venoso, riequilibrante sebaceo, diuretico, rigenerante cellulare, favorisce la meditazione. Energia (Virya): rinfrescante, idratante. È un essenza equilibrante, che allinea i diversi corpi (fisico, emozionale, mentale) dell'essere umano. Il profumo di sandalo invia vibrazioni lente e profonde che placano la mente e allentano l’aggressività, calmano la mente e liberano l’energia sessuale. Nel diffusore d’aromi è una fragranza che armonizza la sensualità con lo spirito, che integra il sacro con il profano in un unico flusso d’energia vitale. Sandalo e cipresso miscelati con olio vettore possono essere utili per alleviare la pressione di varici e il peso delle gambe gonfie, per depurare i tessuti e rilassare le tensioni muscolari. È un potente antinfiammatorio, utile contro irritazioni, arrossamenti e pruriti, anche causati da allergie. Regola il sebo, ristabilisce l’equilibrio sia delle pelli grasse sia di quelle troppo secche. Per le sue caratteristiche decongestionanti e depurative favorisce il ripristino dell’ossigenazione e dell’idratazione delle cellule. Eccellente è l’acqua di rosa a cui si aggiungono 2-3 gocce di essenza di sandalo, che la rende più efficace, più persistente e seducente. Si miscela bene con: Ylang Ylang, Legno di Rosa, Gelsomino, Vetiver, Incenso, Mirra, Patchouli. Indicazioni ayurvediche: P V - , K 0.

Limone (Citrus Limonium)

Proprietà: Antisettico, antipiretico, disintossicante, stimolante, cicatrizzante, depurativo. Energia (Virya): rinfrescante, disidratante. Può attivare e potenziare le difese organiche, è un antiossidante. È un tonico, stimola la forza vitale e rafforza la capacità di concentrazione e di analisi. Attenua i processi infiammatori, i problemi reumatici e la tendenza a un eccesso di liquidi nei tessuti. Migliora la circolazione. Per la sua azione drenante e decongestionante è utile nei trattamenti della cellulite e nel soprappeso; se associato all’essenza di ginepro favorisce l’eliminazione di liquidi e migliora il metabolismo e il riassorbimento dei grassi. Contrasta le impurità della pelle, la seborrea e le macchie scure. È particolarmente indicato per rivitalizzare e stimolare l'organismo quando si massaggia la zona del plesso solare con questa essenza diluita in olio vettore. Abbassa la febbre. Non usare prima dell’esposizione al sole, perché foto-sensibilizzante. Si miscela bene con: Ginepro, Lavanda, Arancio, Jatamansi, Menta piperita, Cipresso, Neroli. Indicazioni ayurvediche: P V - , K 0. 

Menta ( Mentha Piperita)

Proprietà: antisettico, decongestionante, analgesico, tonico-stimolante. Energia (Virya): rinfrescante, idratante. La menta esprime l’energia della chiarezza e della vivacità mentale, stimola l’intelletto ed è ottima contro la cefalea. È uno degli oli essenziali migliori per Pitta, perché è molto rinfrescante. È utile in caso tosse e di problemi alle vie respiratorie: in tal caso si possono fare delle inalazioni, versando 5 gocce di olio essenziale in un recipiente di acqua bollente e inalando profondamente per 5 minuti il vapore, con gli occhi chiusi e un asciugamano sulla testa. La menta facilita i processi digestivi ed è efficace contro l'alitosi; si possono fare dei gargarismi versando una goccia di olio essenziale in un bicchiere d'acqua calda, e usandola come colluttorio. Si miscela bene con: Lavanda, Rosmarino, Limone. Indicazioni ayurvediche: P K - , V 0. 

Mirra (Commiphora Myrrha)

Proprietà: analgesico, alterativo, ringiovanente, cicatrizzante, antinfiammatorio, antimicotico, antifungina, astringente, antispasmodico, antisettico, afrodisiaco. Energia (Virya): riscaldante. Come la lavanda e il tea tree, anche la mirra ha un notevole potere di contrastare le micosi e in più possiede un’eccezionale funzione riparatrice dei tessuti. Non essendo molto solubile negli oli vettori, si consiglia di mescolare a caldo l'olio essenziale di mirra insieme a creme molto grasse come il burro di karitè o la cera d’api. È ottimo anche per un’azione dimagrante e come rimedio alle smagliature. È ringiovanente e viene utilizzato in estetica per la pelle matura e la prevenzione delle rughe. Le sue proprietà astringenti lo rendono utile nei casi di pelle con pori dilatati. È utile come rimedio per pelli grasse e acneiche: l’essenza miscelata con un olio vettore o in creme specifiche o in prodotti detergenti, attenua la secrezione sebacea, rimuove le impurità, attenua le infiammazioni, ha un’attività emolliente e tonica sui tessuti. Può liberare l’energia interiore, soprattutto per i tipi Kapha e per le persone che hanno paura di esprimere i loro sentimenti. Svolge un'azione afrodisiaca. Si miscela bene con: Arancio, Ginepro, Incenso, Patchouli. Indicazioni ayurvediche: K V - , P +. 

Nardo Indiano (Nardostachis Jatamansi)

Proprietà: tonico, sedativo, espettorante, antinfiammatorio, favorisce la concentrazione. Energia (Virya): riscaldante, idratante. È rilassante e calma i nervi. Può armonizzare la personalità, è stabilizzante per Vata e favorisce gli stati meditativi. Lo si utilizza nel diffusore d’essenze durante le tecniche di Meditazione o Yoga. Si miscela bene con: Lavanda, Zenzero, Patchouli, Cajeput, Ginepro, Vetiver, Cardamomo. Indicazioni ayurvediche: K V - , P +. 

Neem ( Azadirachta Indica)

Energia (Virya): rinfrescante. Ottimo repellente. Da miscelare con altri oli per mascherare la sua forte fragranza. Ideale per preparare creme e lozioni per la cura delle pelle, soprattutto di quella acneica e grassa. Depura il sangue. Si miscela bene con: Curcuma, Basilico, Lavanda, Ginepro. Indicazioni ayurvediche: Riequilibra i Subdosha: Apana, Udana Vata; Ranjaka, Bhrajaka Pitta. Riequilibra i Dhatu: Rasa, Rakta, Meda, Madja. Indicazioni ayurvediche: PK -, V +. 

Neroli (Citrus Aurantium Amara)

Proprietà: rinfrescante, antidepressivo, sedativo, antispasmodico, antibatterico.Energia (Virya): rinfrescante, idratante. Propizia un sonno ristoratore e allenta le tensioni emotive. È un utile alleato in periodi di stress e anche per attenuare la sindrome premestruale. Si miscela bene con: Lavanda, Sandalo, Gelsomino, Cipresso, Ginepro, tutti gli agrumi, Legno di Rosa, Camomilla, Cardamomo, Mirra. Indicazioni ayurvediche: P V - , K +. 

Patchouli (Pogostemon Patchouli)

Proprietà: rigenerante cellulare, afrodisiaco, fungicida, antisettico, migliora l’umore. Energia (Virya): riscaldante. Possiede una notevole energia tonificante. La sua fragranza allontana stanchezza e torpore dal corpo e dalla mente e fa emergere una freschezza deliziosa e sensuale. È utile per le infiammazioni della pelle, in caso di ansia, frigidità, stress e disorientamento psichico. Si miscela bene con: Ylang Ylang, Limone, Neroli. Indicazioni ayurvediche: V P - , K +. 

Pepe Nero (Piper Nigrum)

Proprietà: stimolante, espettorante, carminativo, diuretico, fortificante. Energia (Virya): riscaldante, disidratante. Nella sfera psichica stimola l’attività e le funzioni cerebrali, dando vigore e forza alle idee. Favorisce l’eliminazione della stanchezza, risveglia la sessualità assopita e stimola l’eros. È usato in molte formule dimagranti. Utile contro il mal di denti, i dolori muscolari e articolari e nei problemi alle vie respiratorie. Aggrava Pitta e Vata in eccesso. Si miscela bene con: Arancio, Cipresso, Zenzero, Ajowan, Sandalo, Incenso, Limone, Basilico. Indicazioni ayurvediche: K - , P V +. 

Tea Tree (Malaleuca Alternifolia)

Proprietà: antisettico, antibatterico, antivirale, fungicida, espettorante, depura l’aria, attivo contro i parassiti, rinforza la psiche. Energia (Virya): rinfrescante, idratante. L'olio di tea trea è una essenza molto utile, perchè stimola le difese organiche, è un tonico generale per ritrovare l’energie fisiche e psicologiche in caso di fatica e stress. È un potente antivirale e antibatterico, quindi si rivela ottimo per contrastare e prevenire le malattie virali, soprattutto in caso di mal di gola, bronchite e raffreddore. Si possono fare gargarismi in caso di afte e placche in gola. Cura la candida albicans e si consiglia in tal caso di fare delle irrigazioni, utili anche per altre le affezioni locali, come cistite, mughetto, piede d'atleta, prurito, emorroidi, leucorrea. Si versano 5 gocce di olio essenziale in un litro di acqua calda, che è stata precedentemente bollita e ci si lava le zone da trattare con questa preparazione. Ha anche proprietà disinfettanti e può essere usato in piccole quantità sulla pelle in caso di punture di insetti, di abrasioni, eczemi, foruncoli o ferite della pelle. Purifica l'aria. Si miscela bene con: Lavanda, Rosmarino, Neroli, Camomilla. Indicazioni ayurvediche: V P K =. 

Zenzero (Zingiber Officinale)

Proprietà: stimolante delle funzioni digestive, espettorante, fortificante, antidepressivo. Energia (Virya): riscaldante, disidratante. Stimolante e tonico come il pepe, ma mentre l’azione di quest’ ultimo è rapida ed immediata, quella dello zenzero è più lenta, data la presenza dell’elemento acquoso. Equilibra e riscalda. Secondo l’Ayurveda lo zenzero favorisce tutte le funzioni fisiologiche del corpo e mette in circolazione e armonizza l’energie. Facilita la digestione, è ottimo contro la nausea, in caso di raffreddamenti e sensazioni di freddo. Si miscela bene con: Pepe Nero, Ginepro, Neroli, Cipresso, Coriandolo, tutti gli agrumi. Indicazioni ayurvediche: V K - , P +.