Esercizi di ricarica energetica

Esercizio per aumentare i livelli di energia
E' un valido aiuto al mattino, ma potete eseguirlo durante il giorno quando vi sentite stanchi, in ufficio, in pausa e in qualsiasi situazione per sentirvi meglio. Si effettua in 3 fasi:

1)
Si parte con le mani una sopra l’altra all’altezza dell’ombelico
Inspirare, aprire le braccia in fuori ai lati del corpo e allungarle verso l’alto sopra la testa, intrecciando le dita. Trattenere l’aria e flettere il busto prima a destra, poi a sinistra
Ritornare al centro. Espirare e ritornare alla postura di partenza con le  mani all’ombelico.
Ripetere x 2 volte. 

2)
Con le mani una sopra l’altra all’altezza dell’ombelico.Inspirare, aprire le braccia in fuori ai lati del corpo e allungarle verso l’alto sopra la testa, intrecciando le dita.
Trattenere l’aria ed eseguire una torsione con il busto verso destra, poi verso sinistra.
Ritornare al centro. Espirare e riportare le mani all’ombelico.
Ripetere x 2 volte

3)
Con le mani una sopra l’altra all’altezza dell’ombelico.
Inspirare, aprire le braccia in fuori ai lati del corpo e allungarle verso l’alto sopra la testa, intrecciando le dita.Trattenere l’aria e fare una torsione con il busto verso destra, questa volta portando il gomito sinistro dietro la testa. Poi fare una torsione con il busto verso sinistra portando il gomito destro dietro la testa. Ritornare al centro. Espirare e riportare le mani all’ombelico. Ripetere x 2 volte.
Alla fine respirate normalmente, chiudete gli occhi un attimo  e ascoltate le sensazioni all’interno del corpo. Sentite la piacevole sensazione di energia, forza e calore che si diffonde in tutto il corpo.

 

Esercizio per attivare il sistema respiratorio.
Permette uno scambio ottimale dell’aria nei polmoni attivando l’energia. Potete eseguirlo al mattino, durante il giorno quando vi sentite stanchi, in ufficio, in pausa e in qualsiasi situazione per sentirvi meglio.

Tecnica
In piedi con le gambe divaricate alla larghezza dei fianchi, fate un respiro profondo.
Trattenete l’aria e aprite bene il petto. Iniziate a tamburellare con la punta delle dita il petto e la zona delle costole, davanti e ai lati.
Quando arriva l’impulso di espirare, piegate leggermente le ginocchia ed espirate a raffica dalla bocca mentre scendete in basso e in avanti appoggiando le mani sulle ginocchia.
Trattenendo il respiro a polmoni vuoti eseguite Uddhiyana Bandha (pancia in dentro e in alto).
Quando arriva l’impulso di inspirare, rilasciate l’addome e ritornate in piedi.
Ripetete la pratica per altre due volte, una volta picchiettando il petto e le zone costsali con i palmi delle mani. E quindi nuovamente picchiettando il petto e le zone delle costole con i pugni.
Alla fine tornate in piedi, respirate normalmente e ascoltate le sensazioni del corpo con gli occhi chiusi. Sentite la piacevole sensazione dell’energia che si diffonde in tutto il corpo…